AccessoriApp Percorsi e GPSChiavi OfficinaNews

Otto Tuning System l’app per regolare il cambio di una bici con l’iPhone

Otto Tuning System regolazione cambio

L’Otto Tuning System è un kit che unisce un’app per iPhone con una sofisticata tecnologia di allineamento visivo, per aiutare i ciclisti nella regolazione del cambio.

La confezione è composta da due indicatori di diverso colore che si attaccano al cambio e alla cassetta, attraverso la fotocamera dello smartphone l’app riesce ad allineare i sei punti su ognuno degli indicatori e fornire (anche vocalmente per mezzo di Siri), un’indicazione più precisa per la regolazione del cavo del deragliatore, l’applicazione può anche dire all’utente se il cambio è piegato.

Otto Tuning System regolazione cambio -1

Poichè l’obiettivo della fotocamera dei vari modelli iPhone è leggermente diverso, il prodotto include un codice QR che assiste gli utenti nella calibrazione della fotocamera.

Questo sistema è progettato per funzionare con cambio Shimano o SRAM a 9v, 10v e 11v, sia per MTB che bici da strada.

Il fondatore della società Jake VanderZanden ha sviluppato il prodotto per circa due anni, oltre ad essere presidente di Otto è vice presidente dello sviluppo prodotti presso la DW Fritz Automation, una società che produce componenti di precisione e la Otto DesignWorks è attualmente una società principalmente di proprietà di DWF.

Otto Tuning System regolazione cambio kit

Il sistema di regolazione del cambio attualmente è venduto direttamente dal sito web della Otto al prezzo di 39 $, alla fiera Interbike del mese scorso l’azienda ha annunciato che sta valutando se iniziare le vendite attraverso i distributori e tramite aziende che vendono bici complete on-line.

La società sta sviluppando inoltre altri strumenti che utilizzano una tecnologia similare, per l’allineamento visivo di manubri e selle.

Maggiori info: www.ottodesignworks.com

Tags

Articoli Correlati

2 thoughts on “Otto Tuning System l’app per regolare il cambio di una bici con l’iPhone”

    1. Ciao Moreno,

      no per ora è solo in lingua inglese, comunque sono pochi termini, il più comunque viene descritto a livello visuale sullo schermo, quindi non è difficile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *